News

Sono iniziati i colloqui

Conclusa la fase di candidatura, le ASC locali stanno organizzando i colloqui convocando i candidati al bando 2020 di servizio civile.
Ogni candidato troverà la data e il luogo di convocazione nel sito della ASC locale che sta realizzando il progetto (qui trovate il link al sito della ASC di vostra competenza per i progetti in Italia e quelli all’estero, basta selezionare la regione in cui svolgerete servizio).

3 piccoli fraintendimenti
Le esperienze del passato ci hanno mostrato che spesso si fraintendono alcuni passaggi. Questi i principali errori da evitare.

  1. La pubblicazione della data di convocazione sul sito della ASC locale avviene almeno 10 giorni prima dell’incontro. Quindi c’è tempo per prepararsi.
  2. La pubblicazione del calendario ha valore di notifica della convocazione e il candidato che, pur avendo inoltrato la domanda, non si presenta al colloquio nei giorni stabiliti senza giustificato motivo, è escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura”. Ciò significa che è vostra responsabilità controllare il sito della ASC che realizza il progetto a cui vi siete candidati.
  3. Ricordate che la mail che avete indicato è quella che è legata al vostro SPID, quindi è lì che dovrete controllare eventuali comunicazioni di servizio.

Le convocazioni
In questo spazio daremo visibilità alle convocazioni organizzate dalle sedi locali di Arci Servizio Civile. Ora, luogo, modalità di svolgimento, eventuali aggiornamenti e variazioni li troverete tutti nel sito locale.

A cosa serve il colloquio
Il colloquio valuta se il candidato è la persona adatta a svolgere il progetto di servizio civile.
Si valutano le esperienze pregresse, certo, ma anche la motivazione e soprattutto la conoscenza del progetto, cosa si farà e con chi. L’obiettivo finale è che in un determinato progetto ci siano le persone giuste.

Come prepararsi
Ogni progetto è presentato con una breve introduzione e una scheda con gli elementi essenziali che descrive sia il progetto, sia la fase di colloquio (a questo link si trovano tutti i progetti, basta selezionare la regione in cui svolgerete servizio).

Nella scheda troverete i temi che saranno trattati durante il colloquio e il punteggio assegnato (il punteggio minimo per essere idoneo è di 36/60).

Fino a 30 punti sono assegnati per la conoscenza del servizio civile, finalità attribuita al servizio civile, promozione della pace, cittadinanza attiva, terzo settore.
Altri 30 punti sono ottenibili per la conoscenza del progetto, idoneità alle mansioni previste, interesse alle acquisizioni culturali e professionali generate dal progetto, disponibilità del candidato alle condizioni richieste dalla attuazione del progetto, esperienze e competenze pregresse nell’area del progetto.
A questi si aggiungono i punti assegnati dal titolo di studio e dalle esperienze pregresse (per approfondire leggi la scheda con gli elementi essenziali)

Respinto!

Purtroppo, c’è anche una brutta notizia per il Servizio Civile, una pessima notizia. Il Parlamento aveva l’occasione di stabilizzare ad almeno 50.000 avvii ogni anno il contingente del SCU, ma l’emendamento è stato respinto.

La confusione creata dalla tanto attesa uscita del bando e la concomitanza con le feste natalizie hanno un po’ nascosto a pessima novità, ma la gravità della decisione rischia di segnare il futuro del Servizio Civile per prossimi anni.

L’attesa far chi si occupa di servizio civile era tanta, anche perché l’emendamento alla Legge di Stabilità era sottoscritto da parlamentari di tutti i gruppi. Una proposta trasversale che aveva l’obiettivo di stabilizzare il fondo nazionale del SCU (fina ad oggi non c’è mai stata certezza né su quando né su quanti volontari potevano partire) e garantire così l’avvio di almeno 50.000 giovani ogni anno.

Ma è stato respinto!

Una bella riflessione di Riccardo Bonacina su Vita

Siamo a disposizione del Paese e dei giovani

L’uscita del bando ordinario di Servizio Civile Universale 2020, in una fase così difficile della vita del Paese, è un fatto non scontato e va dato atto al Dipartimento Politiche Giovanili e Servizio Civile Universale di aver fatto di tutto per ottenere questo risultato.

Il Paese potrà così avere a disposizione, fin dalla primavera del 2021, anche la risorsa del Servizio Civile Universale per affrontare le grandi difficoltà che ci attendono e anche i giovani potranno avere l’opportunità di esprimere le loro energie e capacità. Il loro numero sarà ulteriormente ampliato di alcune migliaia grazie al bando previsto ai primi del 2021 e reso possibile dal pronto impiego dei fondi residui 2019.

ASC Aps è uno dei principali soggetti di questa azione concreta a beneficio delle comunità, dei giovani e delle Istituzioni. Le 445 organizzazioni che andranno a bando, impiegheranno più di 2.000 giovani in Italia, e altri all’estero e realizzeranno attività in tutti gli ambiti di azione previsti dal Piano Annuale 2021, operando su tutto il territorio nazionale. Saranno più di 800 gli adulti che accompagneranno gli operatori volontari in SCU che opereranno in 810 sedi di attuazione, cui si sommeranno le persone che faranno i colloqui di selezione, i formatori e i responsabili locali di ASC Aps.

Questo l’investimento umano, organizzativo e economico che la rete associativa ASC Aps mette a disposizione del Paese, in coerenza con le positive scelte del Governo e del Parlamento presenti nellalegge di stabilità 2021 in corso di approvazione.

Servizio Civile e dichirazioni della Ministra Pinotti: il commento della CNESC

COMUNICATO STAMPA CNESC

Siamo grati anche alla Ministra Pinotti per aver sollecitato l’ampliamento del servizio civile a tutti i giovani che vogliono farlo.
In questi 15 anni di SCN solo 400.000 giovani, sul milione che ha fatto domanda, hanno potuto svolgerlo a causa della carenza di fondi messi a disposizione: Un giovane costa allo Stato per un anno di servizio 5.300,00 euro.
La risposta dovrebbe arrivare mediante l’attuazione del Servizio Civile Universale, il cui decreto è stato appena licenziato, su base volontaria.
Ci sono invece minacce che spingono al ritorno alla leva obbligatoria, civile e militare?
Sarebbe bene conoscerle e discuterne.
Chiarita la posizione su obbligo o volontarietà, accogliamo pienamente la sfida di rendere complementari il servizio civile e quello militare, per una comune difesa Della Patria.
Una delle finalità del SCU è proprio la difesa civile e non armata, assieme al dovere di partecipazione sociale e civica.
E auspichiamo che proprio questo richiamo del Ministro della Difesa venga messo alla base della definizione della programmazione triennale, uno degli architravi della ambiziosa legge del Servizio Civile Universale.

Read More

Appello sui Corpi di Solidarietà Europei

Siamo associazioni che lavorano da decenni per la pace, lo scambio interculturale e la costruzione di un’Europa solidale e unita. Ogni anno coinvolgiamo decine di migliaia di giovani in diverse attività di volontariato e di educazione non-formale, e grazie ai programmi europei possiamo collaborare con network e partner per permettere esperienze solidali in altri Paesi. È per questo che guardiamo con interesse e preoccupazione al lancio del nuovo programma dei Corpi Europei di solidarietà, annunciati dal Presidente Juncker il 14 settembre 2016, durante il suo discorso sullo Stato dell’Unione, con queste parole:

Read More

Bando di selezione per 1.298 volontari da impiegare nelle aree terremotate delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria

E’ stato pubblicato, sul sito del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, il bando per la selezione di n. 1.298 volontari da avviare nei progetti di servizio civile nazionale che si realizzeranno nelle aree terremotate del centro Italia interessate dagli eventi sismici dell’anno 2016.

Scadenza 15 maggio 2017 ore 14:00

Bando Aree Terremotate 2017

Read More

Pubblicato il bando nazionale di SCN 2016

Bando 2016

E’ stato pubblicato oggi 30 maggio, il Bando nazionale per la selezione di n. 21.359 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Italia e all’estero.

Il termine per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione dei volontari di Servizio Civile Nazionale per tutti i progetti è il 30 giugno 2016 ore 14:00.

Entro questa scadenza la domanda di partecipazione va fatta pervenire esclusivamente all’indirizzo indicato nella prima pagina del progetto prescelto.

Terzo Settore, approvata la legge

Approvato in via definitiva dalla Camera dei Deputati il disegno di legge delega per il Servizio Civile Universale

“…con la votazione dell’art. 8, in un momento storico in cui la violenza viene di nuovo proposta come la scorciatoia per arrivare al potere, che l’Italia affermi la rilevanza della difesa non armata è un positivo segno controcorrente, anche in risposta alla crisi culturale e sociale dell’Unione Europea, con l’apertura ai cittadini comunitari e di tutto il pianeta purchè regolarmente soggiornanti…”

Vai all’articolo…

Esplori Amo il servizio civile #ASCPisa

 

EsploriAmo il servizio civile

Se invece vi trovate in Toscana, Arci Servizio Civile Pisa vi aspetta per farvi conoscere le associazioni, gli Enti soci e partner coinvolti nei progetti sul territorio.
Partecipano Licio Palazzini – Presidente Arci Servizio Civile Nazionale e CNESC, Verter Tursi – Presidente Arci Servizio Civile Pisa e Andrea Ferrante – Assessore alla Cultura Comune di Pisa, si parlerà di ‪#‎ServizioCivileUniversale‬ e ‪#‎RiformaTerzoSettore‬
‪#‎ASCbando2016‬

Aspettando il bando 2016 #ASCTorino

Il ‪#‎Bando2016‬ è alle porte e tante sono le iniziative delle nostre ‪#‎ASC‬ locali per far conoscere il ‪#‎serviziocivile‬ :

Se vi trovate in Piemonte o passate da quelle parti, Arci Servizio Civile Torino vi aspetta allo ZAC! Movicentro di Ivrea, con una mostra per raccontare il servizio civile, dal 16 al 30 maggio; sportelli informativi rivolti ai giovani, tutti i giorni dalle 14.00 alle 16.00 e in conclusione un evento per spiegare come si accede al Bando, venerdì 27 maggio dalle ore 19.00 ‪#‎ASCbando2016‬

Bando 2016 Torino